La Bella e la Bestia di Bill Condon

“È una storia sai, vera più che mai, solo amici e poi uno dice un noi, tutto cambia già.
È una realtà, che spaventa un po’, una poesia piena di perché e di verità.
Ti sorprenderà, come il sole ad est, quando sale su e spalanca il blu dell’immensità.
Stessa melodia, nuova armonia, semplice magia che ti cambierà, ti riscalderà.
Quando sembra che, non succeda più, ti riporta via come la marea, la felicità.
Ti riporta via, come la marea, la felicità…”

Basta soltanto una sera per ritornare bambini e rivivere la magia provata più di vent’anni fa… se penso che uno dei miei cartoni animati Disney preferiti sia uscito nel lontano 1991, vado all’ultimo piano, apro la finestra e mi butto giù dal balcone perché il tempo passa velocemente e sto diventando vecchio! 😥

Potrei definire quest’adattamento live di Beauty and the Beast con un semplice “meraviglioso” ma non avrebbe senso aver iniziato a scrivere sul blog. Conoscete tutti la storia? In Francia, un giovane principe (Dan Stevens) vive fra il lusso e la vanità più sfrenata, circondato solo da donne bellissime e feste sfarzose. Una sera una vecchia signora dall’aspetto trascurato bussa alla sua porta e gli offre in dono una rosa in cambio di ospitalità ma che il ragazzo respinge. L’anziana donna (Hattie Morahan) capisce che l’animo del principe è incapace di provare sentimenti per gli altri e gli lancia un incantesimo trasformandolo in una bestia e lasciandogli una rosa incantata che verrà custodita sotto una campana di vetro: se il principe riuscirà a trovare il vero amore, una donna che riesca ad amarlo al di là dell’aspetto esteriore, il sortilegio sarà spezzato ma a una condizione che non cada l’ultimo petalo della rosa.

Intanto a Villeneuve, vicino Parigi, c’è una ragazza un po’ diversa dalle sue coetanee e vista sempre con sospetto dagli abitanti del villaggio. Belle (Emma Watson) vive da sola con il padre (Kevin Kline), è una donna istruita amante dei libri, sognatrice e capace di provare sentimenti puri. Conoscerà la Bestia a causa di un malinteso provocato dal padre, che viene rinchiuso nella torre del castello, dove si sacrifica al suo posto e inizierà questa strana convivenza in luogo abitato da oggetti animati come il candelabro Lumière (Ewan McGregor), l’orologio Tockins (Ian McKellen), la teiera Mrs. Brics (Emma Thompson) e la tazzina Chicco. RiusciLa Bella e la Bestia Beauty and the Beast Emma Watson Disneyrà Belle a spezzare l’incantesimo?

Non ho apprezzato abbastanza i passati live action della Disney come Maleficent o Alice in wonderland, ma questo l’ho amato alla follia! Partiamo dal fatto che Belle è forse la prima eroina Disney indipendente della storia (Elsa Who??) perché è una donna forte, senza paura e che va contro tutte le convenzioni sociali che la vorrebbero come dedita alla famiglia e ai figli. Vive in un piccolo villaggio del 1700 ma è già una donna moderna e capisce che la cultura è la prima arma nelle mani di un essere umano libero: a questo proposito è molto significativa la scena in cui insegna a leggere a una bambina mentre lava il suo bucato alla fontana e viene ripresa poiché si tratta di un gesto riprovevole. L’happy ending con matrimonio non vuol dire che Belle è come tutte le principesse che aspettano di essere salvate dal principe azzurro, come Biancaneve Aurora, ma fin da subito fa capire che non ha bisogno di un uomo per sentirsi una donna realizzata.

Altro aspetto che ho apprezzato è il messaggio finale, quello che si potrebbe definire la morale della favola: il vero amore va oltre le apparenze. Sembra un concetto banale che in molti hanno già proposto ma se da una parte c’è una bestia che sta scontando una pena per la sua dissolutezza passata, dall’altra c’è una giovane donna che rifiuta le avances del figo di turno, Gaston (Luke Evans), e sceglie l’amore difficile, quello meno scontato, non conforme agli occhi della società ma che solo una persona veramente matura sentimentalmente è capace di vivere.

Cosa si può desiderare di più da un film femminista e contro le discriminazioni? Forse una svolta epocale per quanto riguarda la presenza di un personaggio dichiaratamente omosessuale in un film per tutti. LeTont (Josh Gad) è l’aiutante di Gaston (e palesemente innamorato di quest’ultimo) che, oltre a regalarci siparietti comici, al gran ballo finale danzerà con un altro uomo… Per questa scena, innocente sotto ogni punto di vista, alcuni cinema americani hanno boicottato la programmazione del film, in Malesia è stato vietato e nei cinema russi verrà proiettato con il divieto ai minori di sedici anni (in seguito alla legge contro la propaganda gay).

Fortunatamente viviamo in Italia e correte nei cinema a vederlo! Regia, Sceneggiatura, Scenografie, Effetti speciali, Animazioni varie e Musiche di grande qualità, senza scordarci un cast pieno di stelle del cinema. Passerete due ore a cantare, ricordando le vecchie canzoni del primo film Disney! Ovviamente non potevo dimenticarmi della meravigliosa cover del brano Beauty and the Beast, originariamente cantata da Celine Dion e Peabo Bryson, eseguita magnificamente da Ariana Grande e John Legend!

LINO

Annunci

3 pensieri su “La Bella e la Bestia di Bill Condon

  1. Millefoglie ha detto:

    Sarò sincera…a me questi live action disney attirano proprio poco :/ contenta per le aggiunte e sempre a favore di personaggi come Belle e i messaggi dell’opera, ma al momento non penso lo recupereró al cinema. Magari più in là al suo passaggio in tv giusto per curiosità…

  2. nyu81 ha detto:

    Finalmente una persona che ne parla con semplicità senza pregiudizi e senza cercare per forza il pelo nell’uovo..
    Anche a me è piaciuto molto!
    …tutti i criticoni ciucciassero il calzino, ecco! :p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...