Valmont – Le relazioni pericolose

Miei fedeli lettori non sono sparito ma, complice il caldo e altre cose, ho preferito dedicarmi ad altre attività e ho messo da parte il blog e le mie letture… ma rieccomi qua, pronto per una recensione di un manga di Chiho Saito che mi è piaciuto!

L’autrice di Kanon e Utena ha realizzato la versione a fumetti del famoso romanzo Les liaisons dangereuses di Choderlos de Laclos, un romanzo epistolare di fine settecento considerato come uno dei capolavori della letteratura francese. Chi non ha mai visto il film de Le relazioni pericolose di Stephen Frears (con un cast pieno di star come Michelle Pfeiffer, Uma Thurman, John Malkovich, Glenn Close e Keanu Reeves) o l’interpretazione moderna di Roger Kumble fatta con Cruel Intentions?

“Conquistare, amare e abbandonare… di questo è fatta l’esistenza di un libertino che ha come unica compagna inseparabile… la libertà.”

Nella Parigi del diciottesimo secolo, qualche tempo prima che avvenga il cambiamento epocale attraverso la Rivoluzione Francese, il destino di due giovani libertini s’incontra con quello delle loro vittime ignare dei loro subdoli giochi di potere. Il Visconte Tristan di Valmont è un affascinante uomo che ha la fama di essere un seduttore cronico, amico e amante della cinica Marchesa Isabelle di Mertueil, giovane vedova in cerca del riscatto per un torto subito in giovane età. Inizia un gioco perverso fatto d’intricate relazioni personali in cui Valmont viene incaricato di rubare la verginità a Cécile de Volanges, giovane figlia della cugina Madame de Volanges, appena uscita dal convento e pronta per essere data in sposa al Conte di Gercourt. È proprio quest’ultimo l’obiettivo della MaValmont Le relazioni pericolose Chiho Saito  (1)rchesa di Mertueil, volendo umiliare il suo onore rubando l’innocenza e la purezza della sua promessa sposa, per ripagarlo del torto subito quando fu rinnegata per un’altra donna.

L’ingenua Cécile non è ancora pronta per essere data in sposa a un uomo molto più grande di lei e s’innamora del suo insegnante di arpa Raphael Danceny, Cavaliere di Malta, con cui inizia una corrispondenza che viene scoperta e ostacolata da M.me de Volanges. Distrutta dal dolore Cécile chiede aiuto a Isabelle, ignara dell’oscura identità della donna, e segue alla lettera le istruzioni della cugina. Nel frattempo Valmont ha trovato un “nuovo passatempo” nel cercare di sedurre la rigida Madame de Tourvel, ospite nella residenza di campagna di Madame de Rosemonde, zia di Tristan.

Riuscirà Valmont a conquistare la castissima M.me de Tourvel? Cécile e Danceny avranno il loro happy ending? E in tutto questo, la Marchesa di Mertueil che ruolo avrà? Vi anticipo solo che le relazioni fra i vari personaggi diventeranno molto pericolose e non è detto che l’amore vinca su tutto… se si gioca con il fuoco, si rischia di rimanere bruciati, se non ustionati.

Shishaku ValmontKiken na kankei, originariamente serializzato in Giappone sulla rivista Flowers di Shogakukan, nei suoi due volumi segue quasi fedelmente l’opera di Laclos, pubblicati in Italia da Planet Manga, e l’autrice non si abbandona al suo solito melodramma tipico di molte altre sue opere… in genere ama raccontare polpettoni d’amore per interi volumi che possono portare allo sfinimento del cervello.

Consigliato? A me è piaciuto molto perché ha tanti elementi che amo come l’ambientazione storica nella Francia aristocratica di fine settecento, i pizzi-parrucche-fiocchetti-merletti in tantissima quantità e un personaggio sadico come la Marchesa di Mertueil che mi ha tanto ricordato Sarah Michelle Gellar nei panni della cattivissima sorellastra Kathryn Mertueil, che ho amato follemente. Consigliato a chi ama le storie d’amore complesse e in costume poiché non a tutti potrebbe piacere l’ambientazione, trattandosi di uno shojo manga tratto da un’opera letteraria in cui viene dato ampio spazio alla corrispondenza epistolare tra i due “giocatori”.

LINO

Annunci

Un pensiero su “Valmont – Le relazioni pericolose

  1. millefoglie94 ha detto:

    ho sentito parlare molto di questo adattamento e anche in maniera positiva, ma dato che non ho letto l’opera originale non penso abbia molto senso leggere prima questa.
    poi…confesso che della saito voglio leggere i polpettoni drammoni angst spappola cervello. La roba bella me la lascerei per dopo XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...