Pubblicato in: Le Journal, Politica, Società

Siamo una generazione non abituata al lavoro

La polemica mi è stata servita su un piatto d’argento: i giovani sotto i trent’anni non vogliono impegnarsi. E chi lo dice? Gli organizzatori di quella minchiata chiamata EXPO 2015 che, come sapete tutti, si svolgerà nel capoluogo lombardo dal 1 maggio al 31 ottobre – quindi nel dettaglio l’agenzia Manpower che si occupa di cercare il personale.

Non volevo parlarne ma quando leggo certe cose, mi gira troppo il ca**o – diciamolo pure senza problemi, le buone maniere le lascio ai life coach di Real Time.

Alcuni titoli di testate giornalistiche:

  • Corriere della Sera: “Turni scomodi per lavorare all’Expo. Otto su dieci ci ripensano.”
  • Il Fatto Quotidiano: “Expo 2015. 645 giovani rifiutano contratto di lavoro a 1300 netti al mese.”
  • TgCom24: “Expo, in fuga dall’impiego estivo. Otto giovani su dieci rifiutano il lavoro.”
  • Huffington Post Italia: “Turni scomodi per i 600 giovani reclutati. L’80% ci ripensa.”
  • Il Giornale: “Se i nostri giovani rifiutano il lavoro e poi si lamentano”

Eccoli i nostri ‘cciovani italiani sempre così FANNULLONI anzi, come diceva la nostra amica Fornero, questi ragazzi così CHOOSY.EXPO Milano 2015 logo e slogan

Noi giovani (mi ci metto nel mezzo anch’io) rifiuteremmo questa incredibile esperienza per vari motivi:  sarebbero solo sei mesi di contratto, si dovrebbe lavorare anche il sabato e la domenica, coinciderebbe con l’estate e il contratto di apprendistato di 1200/1500 euro al mese sarebbe troppo da povery per le nostre aspettative… quindi ragazzi andiamo tutti a Ibiza a fare baldoria! Yeah!

Questo è l’ennesimo tentativo di gettare fango sulla generazione odierna di giovani che agli occhi di tanti politici, intellettuali e saccenti del cavolo, sarebbero colpevoli di non essere modesti e di non tirarsi su le maniche per lavorare… peccato che spesso chi sentenzia è gente benestante che ha avuto la strada spianata o l’azienda di famiglia in cui infilarsi senza problemi.

Partiamo dal fatto che questa notizia sia una stronzata a metà (ci sarà sempre qualche cretino che si sarà rifiutato), ma voi credete seriamente che, con la crisi che c’è, un giovane disoccupato si lascerebbe scappare l’opportunità di lavorare per sei mesi consecutivi a 1300 euro netti al mese? È possibile che su 27mila candidati, e ripeto che sono 27000 CANDIDATURE (chissà la mia dov’è finita…), non riescano a trovare 600 persone da mettere nell’organico? Ma se riescono a trovare facilmente i volontari (cioè per me schiavi) che lavorano gratis, non è strano che quando si deve pagare qualcuno (in questo caso molte persone) si cercano tanti motivi per non assumerlo?

Siamo obiettivi, secondo voi realmente per un contratto di apprendistato vi darebbero 1300 euro quando spesso nei centri commerciali o nelle aziende te ne offrono 400 per un full time di quaranta ore? A me sa di bufala, senza dimenticarci che abbiamo superato la seconda metà di aprile ed è molto tardi per iniziare corsi di formazione per gli addetti da mettere al lavoro il primo maggio.

Mi sono un po’ stancato di questo dito puntato alla mia generazione (e a quella dopo), noi che vorremmo solo vivere in ville hollywoodiane fra feste in piscina e soldi del papà. La verità è un’altra: sanno tutti che l’organizzazione dell’Expo è stata fatta alla carlona con i padiglioni ancora lasciati a cielo aperto e i soldi finiti ancora prima d’iniziare i lavori, quindi per spostare l’attenzione con chi ce la prendiamo? Con i nostri giovani che piangono miseria ma non vogliono lavorare, categoria facile da colpevolizzare perché così spostiamo l’attenzione dai problemi principali di questa manifestazione mondiale.

Non voglio prolungarmi nella polemica perché devo portare fuori il cane, cosa più interessante di leggere certe robacce che scrivono persone che si fanno chiamare giornalisti, ma mi chiedo, anzi, vi chiedo: dove sono le mie candidature? Se v’interessa io per 1300euro netti al mese vengo a lavorare all’Expo, compresi i festivi e sei giorni su sette a settimana, però casualmente non mi avete mai richiamato per un colloquio… non è che siete anche voi troppo choosy nei confronti dei vostri candidati?

LINO

Annunci

Autore:

Blogger a tempo perso, single e attaccato morbosamente al suo cane. Acido, critico e un po’ pessimista. Dice sempre quello che pensa e non sa mordersi la lingua. Appassionato di Fumetti, Manga, Libri, Musica, Cinema, Animali, Star System, Gossip, Fashion Icons. Ha un debole per i peluches e per tutte le cose carine ma inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...