Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

N.B. Questo è un aggiornamento di un mio vecchio post. È possibile che abbiate letto il precedente (soprattutto chi mi segue da molto tempo).

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne è stata scelta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre del 1999, prendendo il 25 novembre come giorno simbolo della lotta a questa forma di violenza che purtroppo non si ferma, anzi, è in continuo aumento nonostante tutte le campagne di sensibilizzazione e un cambiamento nello stile di vita del nostro mondo occidentale.Giornata mondiale contro la violenza sulle donne (1)

Come mai proprio questa data? Il fatto è semplice e ha radici storiche: il 25 novembre del 1960 le tre sorelle Mirabal furono assassinate perché si opposero alla tirannia di Rafael Leonidas Trujillo, nella Repubblica Dominicana. Le tre donne furono intercettate dagli uomini del dittatore, mentre si andavano a trovare i propri mariti in carcere, e furono portate nei campi dove furono uccise a bastonate. Per simulare una morte casuale, furono riportate in macchina e spinte in un burrone. Il sacrificio di Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa e di Patria Mercedes, è diventato il simbolo della denuncia contro il maltrattamento fisico e psicologico sulle donne.

Lezione di storia a parte, la cosa che mi preoccupa maggiormente è tutto quello che leggo sui giornali o sento alla televisione: la violenza domestica è la prima causa di morte nel mondo per le donne fra i sedici e i quarantaquattro anni! Si contano già più di un centinaio femminicidi dall’inizio dell’anno con una media di una donna uccisa ogni due giorni dal proprio compagno, partner o familiare.

Il 5% delle donne è stato vittima di stupri o tentati stupri e un’italiana su tre fra i sedici e i settanta anni (più di sei milioni di donne), è stata vittima dell’aggressività di un uomo, di molestie fisiche o sessuali. Inoltre c’è anche lo stalking, in costante aumento negli ultimi anni, per cui tanti degli omicidi avvenuti in Italia hanno avuto in precedenza periodi di stalking da un partner rifiutato o da un uomo qualunque.

Questi sono solo alcuni dei fenomeni di violenza sulle donne ma posso elencarne altri:

  • Matrimoni forzati,
  • Schiavitù sessuale,
  • Stupro di guerra,
  • Uxoricidio,
  • Aborto selettivo,
  • Sterilizzazione forzata,
  • Stupro etnico,
  • Incesto,
  • Mutilazione genitale.

Io mi son sempre chiesto come un uomo possa abusare fisicamente di una donna che soffre sotto i suoi occhi. Quale meccanismo perverso c’è nella sua mente. Cosa gli scatta in quel momento in cui fa del male a una persona indifesa… Mi fa semplicemente schifo. Odio anche le persone che difendono con motivazioni assurde atti di violenza del genere attribuendo la colpa alle ragazze perché si mettono una gonna corta o hanno un atteggiamento troppo libero.

Purtroppo, e lo dico a malincuore, penso che l’eliminazione totale di questo tipo di violenza sia un’utopia, ma qualcosa si può fare, iniziando dalle generazioni più giovani, educando all’uguaglianza fra le persone e il rispetto della diversità di genere. Bisogna sradicare quella visione maschilista che la donna sia “una cosa dell’uomo”, insegnare ai bambini chGiornata mondiale contro la violenza sulle donne (2)e una femminuccia è uguale a un maschietto in tutto e per tutto: libera di correre e di sporcarsi al parco, di mangiare senza avere l’ansia d’ingrassare, d’indossare la gonna o i pantaloni, di non dover apparire per forza “graziosa e femminile”, di giocare con le bambole ma anche con un trattore.

C’è una cosa, fosse la più importante, che riguarda la lotta contro la violenza sulle donne e si chiama CERTEZZA DELLA PENA. I magistrati non devono assecondare il criminale, non possono sminuire il problema ma è indecente se lasciano a piede libero il criminale dopo due o tre giorni dalla sentenza.

Le mie posizioni sono state spesso oggetto di discussione come teorie vecchie, che strizzano l’occhio a un femminismo populista se non addirittura intrise di un fascismo latente. Mi dispiace che gente stupida pensi questo, io sono semplicemente a favore del RISPETTO DELLE PERSONE (donne, bambini, anziani e minoranze varie), non favorisco il becero maschilismo ma nemmeno il femminismo aggressivo (con cui ho litigato spesso perché gridano allo scandalo anche per un vestito di Ilary Blasi a Le Iene) e vivo oggettivamente la quotidianità italiana, non sputando sentenze da dietro una scrivania o filosofeggiando con teorie e ideali di altri tempi.

LINO

Annunci

4 pensieri su “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

  1. Chiara A (Acalia Fenders) ha detto:

    Il problema di fondo è che la donna è considerata inferiore all’uomo e, in quanto tale, con lo stesso valore di un oggetto. Un oggetto che molti non hanno problemi a rompere o distruggere.

    Il problema di fondo è senza dubbio l’educazione e la percezione della donna nella società. Finché “come una femmina” sarà un commento denigratorio vorrà dire che ci sarà ancora molto da fare. Rispetto è la parola chiave! Rispettare una donna vuol dire accettarla come un essere umano!

    PS: Io non mi vergogno a dire che sono apertamente femminista. Anzi il fatto che qualcuno/a si vergogni è indice della stortura della società!

    PPS: Hai letto cosa hanno scritto i pirla machi sotto le notizie che parlavano di Samantha Cristoforetti? Una cosa da urlo °__°

  2. millefoglie94 ha detto:

    Pienamente d’accordo!
    E la lezione di storia non guasta mai 😉

    La cosa che ti danno del fascista mi spiazza…che cavolo c’entra con i movimenti contro la violenza? ‘-‘
    Concordo anche sulla parte relativa al femminismo estremo alla “tutti i maschi sono stupidi e aggressivi, tutto il potere alle donne!!” A quanto pare il concetto di uguaglianza è parecchio difficile da digerire anche per chi sposa cause, almeno in teoria, molto positive.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...