La solita Destra omofoba

Non potevo evitare di dare la mia breve opinione sul manifesto proposto da Fratelli d’Italia che ha usato una fotografia di Oliviero Toscani, senza chiedergli il permesso, per l’ennesima campagna omofoba tutta italiana.

Il movimento di destra guidato da Giorgia Meloni, Ignazio La Russa e Guido Crosetto, si è sentito indignato dopo la decisione del Tribunale dei minori di Roma, di permettere l’adozione di una bambina alla compagna della madre biologica, una sentenza immorale, anticostituzionale e di allarme sociale perché, sempre secondo loro, si sta perdendo il valore etico della famiglia tradizionale.

Va bene, abbiamo capito che lo sviluppo culturale di una certa parte politica si è fermato ad almeno due/tre secoli fa.

Avevo già affrontato l’omogenitorialità in un precedente post ma ritengo di doverne riparlare perché, al contrario di Giorgina e i suoi amici, la questione delle famiglie arcobaleno c’è, esiste ed esisterà anche in futuro quindi, se si è dei bravi politici, andrebbe affrontata seriamente e non a suon di slogan che sembrano rubati a quei mattacchioni omofobi di Forza Nuova o Lega Nord.No alle adozioni gay per Fratelli d'Italia Omofobia

La foto in sé rappresenta un’idea sbagliata e stereotipata della coppia gay, in cui “casualmente”, gli omosessuali sono fotografati con sguardi ammiccanti, tatuaggi e piercing, al contrario della classica famiglia eterosessuale, che mangia le brioches appena sfornate nel Mulino Bianco, dove regna l’eleganza e la sobrietà. La parte più bella della foto è senza dubbio lo slogan “Difendiamo il diritto dei bambini ad avere un papà e una mamma” e qui casca l’asino Giorgina perché tu rappresenti l’esempio di come una ragazza può crescere senza una figura genitoriale: Vladimir Luxuria in un tweet ha rinfacciato ai compagni di squadra della Meloni che proprio la loro capo gruppo fu abbandonata dal padre! Riconosco che non sia una cosa carina attaccare una persona nelle vicende famigliari, ma che rispetto possono pretendere persone che quotidianamente incitano all’odio verso uomini e donne che semplicemente AMANO – e ci terrei a parlare di amore – persone del loro stesso sesso? Giorgina non fare la vittima perché se sei indignata e ti senti offesa nel tuo privato, pensa a tutte le persone che a causa dell’ignoranza tua e dei tuoi amichetti, tutti i giorni devono sopportare una società ancora ostile verso le minoranze?

Devo per forza fare della demagogia spicciola spicciola? Dicendo che molti bambini sfortunatamente non hanno la madre o il padre o, peggio ancora, sono orfani del tutto? Devo ricordare quante persone sono cresciute senza nessun problema, anche se uno dei due genitori li ha abbandonati o non l’ha voluto riconoscere come proprio figlio?

Diritti o adozione, la questione non cambia: alla base ci sta la NON accettazione di una diversità naturale dell’affettività dell’essere umano e la continua discriminazione di essa.

Non si può liquidare tutto sempre con frasi come “se Dio ha creato l’uomo e la donna, un motivo ci sarà?” perché se no capisco che Darwin sbagliò tutti i suoi studi sull’evoluzione umana e noi siamo rimasti al medioevo.  Allora possiamo anche affermare che la donna è inferiore all’uomo perché sarebbe nata da una sua costola?

Perché me la prendo così tanto? Parlo di adozioni gay quando ancora in Italia non abbiamo una legge che tuteli le coppie di fatto! E le unioni civili non riguardano solo gli omosessuali ma anche tutte quelle coppie eterosessuali che convivono e non sono sposate ufficialmente.

Parole e spiegazioni sprecate per un paese fatto di persone che, ancora nel 2014, scrivono nei commenti che l’omosessualità è una malattia o che dovrebbero riaprire i forni e infilarli dentro.. mio caro italiano, pigliati la tua ca**o di birra e rutta davanti alla partita di calcio, che è la cosa che ti riesce meglio.

LINO

Annunci

8 pensieri su “La solita Destra omofoba

  1. Millefoglie ha detto:

    Ho appena visto l’immagine su Facebook…davvero brutta -__-
    Io questo slogan lo attaccherei ad una bella foto con due simpatici ragazzini neo genitori etero con già un figlio a carico senza neanche avere un lavoro. Eh perchè le coppie di 16enni etero sfornano bambini allegramente, ma campagne per prevenire queste cose non le fanno così apertamente. Conosco personalmente casi di ragazzine di 16 anni che si sono fatte mettere incinta (volutamente, lo sottolineo) per “tenersi stretto il fidanzato”, o “perchè così i miei non possono impedirmi di stare con lui”. Quello non è un capriccio, no!
    Invece se due persone adulte vogliono adottare un bambino, bisogna “correre ai ripari” perchè “oh ciuelo due persone adulte, con dei guadagni sufficienti e che si amano vogliono adottare un figlio”.
    Che poi la foto messa così mi fa pensare alla famiglia di Marmalade Boy, con le coppie che si scambiano XD Non è che volevano promuovere le famiglie a quattro in realtà?

    Comunque…sono d’accordo con te per la tristezza del manifesto!

  2. Martina B. (aocchan) ha detto:

    Ripeto quello che ho già scritto ad altri miei amici su facebook… ma davvero prendi i fratelli d’Italia seriamente? E’ inutile appellarsi alla logica con loro… anche perché non portano neppure avanti una critica che vuole in qualche modo essere fondata su un qualche ragionamento! Si limitano ad offendere. Certo, dirai, tante persone li prendono seriamente. Secondo me non si può, e tutto quello che gli si può rispondere è “vaffanc*ulo” (scusa la volgarità, ma li odio ^^”””). Sinceramente io sono più che disposta a ragionare seriamente della questione adozioni con persone che hanno opinioni diverse dalla mia. Ma solo finché il discorso resta civile. Se si vuole scrivere tanto per offendere, no grazie.

    P.s. quoto Millefoglie, a me quella foto non sembra particolarmente omofoba XD è anche normale forse, dato che se ne sono appropriati praticamente rubandola @.@

    • acutequeernerdworld ha detto:

      assolutamente d’accordo con te. purtroppo ci sono tante persone (troppe) che la pensano come questi, se non peggio.. e io son sempre più convinto che non andremo avanti in questa Italia.

  3. Associazione Nazionale ANDDOS ha detto:

    Il Presidente Canale: “Non siamo in contrapposizione con le famiglie tradizionali”

    Di una cosa siamo certi dopo la sentenza del Tribunale per i minorenni di Roma: questo bambino ringrazierà i giudici, perché si accorgerà nel tempo di avere ufficialmente due genitori anziché uno solo. In compenso, chi si assume a paladino dei diritti dei bambini, dà vita ad una contrapposizione inesistente tra famiglia “tradizionale” e omogenitoriale. Togliere il diritto ai bambini di avere un padre ed una madre? Ci risulta strano sentire queste parole, visto che gli unici ad aver parlato di togliere i bambini ai propri genitori sono stati gli integralisti cattolici del comune di Trento, riferendosi ai piccoli con genitori omosessuali. Ci sono in Italia più di 1900 minori in attesa di adozione e sappiamo per certo che le famiglie omosessuali, ad esempio negli Stati Uniti, adottano i bambini che rimangono più a lungo in attesa di una famiglia.
    Il vero problema non è come sia formata la famiglia che decide di adottare un bambino, bensì se quei genitori sono in grado di amarlo, educarlo e sostenerlo. Esistono molti esempi di famiglie tradizionali che hanno abusato, trattato male, abbandonato, usato i propri figli e figlie nel peggiore dei modi. Tuttavia, essendo biologicamente capaci di procreare la società gli concede tutto fino a prova contraria, fino a quando cioè prove schiaccianti  non dimostrino che questo bambino in quella famiglia rischia di “perdersi” e spesso si arriva anche tardi per salvarlo .
    Nessuno vuole strappare o togliere figli alle famiglie eterosessuali, qui si tratta di dare ad un bambino una famiglia che non ha, una famiglia che a prescindere da come è composta lo vuole amare, lo vuole sostenere, lo vuole aiutare. E’ chiaro nessuno vuole dare in adozione un bambino senza la ragionevole garanzia che la famiglia che lo accoglierà sia una coppia stabile capace di sostenerlo ed equilibrata: le regole di adozione devono essere uguali per tutte le coppie.  Ma da qui a sostenere che una famiglia omogenitoriale non è in grado di educare, si scade in una forma primordiale di discriminazione, che non ha, per altro, alcun fondamento scientifico, come dichiarano da tempo l’Associazione degli Psichiatri Americani e l’ Ordine Italiano degli Psicologi.
    L’ANDDOS ritiene indispensabile riconoscere l’evidente pluralismo di formazioni familiari: il bene primario per un bambino è avere due genitori che sappiano amarlo, curarlo, capirlo, educarlo, farlo crescere sereno e felice, tutto ciò non è sempre riconducibile al modello eterosessuale, visto che sono tantissimi i casi di famiglie tradizionali che hanno letteralmente fallito la propria mission educativa nei confronti dei propri figli.

    Mario Marco Canale
    Presidente Nazionale ANDDOS

    • acutequeernerdworld ha detto:

      Un bellissimo intervento che spiega benissimo il concetto che in molte persone stanno cercando di far capire a tutti quelli che hanno il “NO” facile. La ringrazio per la visita sul mio blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...