L’incantevole Creamy

Da molto tempo ho pensato di dedicare dei post a delle maghette degli anni’80 e ’90 che hanno accompagnato la mia infanzia e sono diventate delle icone.. pronti/e per il primo Majokko Files?

Come non potevo iniziare dalla fantastica CREAMY!

È impossibile non conoscere l’incantevole Creamy e i suoi gattini Posi e Nega, ma soprattutto non credo che esista qualche mio coetaneo che non si ricordi la sigla cantata da Cristina D’Avena!L'incantevole Creamy Maho no tenshi Creamy Mami  (2)

Ho sempre odiato quella bambinetta di Yu con i suoi orribili capelli corti color verde-blu, ma Creamy è sempre stata TOP fin dall’inizio e riguardandola adesso riesco a cogliere nuovi significati che da bambino non potevo capire. Creamy sembra sempre con la testa fra le nuvole e parla come se avesse le labbrone della nostra Valeriona nazionale, con una vocina tipica di quei film trash porcellini con Lino Banfi ed Edwige Fenech. Con un semplice occhiolino, la magica cantante faceva eccitare tutti i ragazzi che la vedevano, senza bisogno di provocanti coreografie. I suoi outfit erano poco sobri, vestitini rubati dall’armadio di Raffaella Carrà con un tocco di puro anni’80 alla Heather Parisi ma, nonostante tutto,  sempre più normali di alcune uscite in pubblico di Lady Gaga. Le canzoni erano delle lagnose canzonette d’amore ma il modo in cui le eseguiva, trasmetteva la stessa carica erotica di una Sabrina Salerno tettona che saltella tutta bagnata nella piscina cantando Boys boys boys.

Per chi non la conoscesse, Maho no tenshi Creamy Mami (letteralmente l’angelo della magia Creamy Mami) è una serie televisiva che ha più di trent’anni, creata dal famoso Studio Pierrot, nata originariamente per promuovere la idol Takako Ohta, che nell’anime canta tutte le canzoni della protagonista.

Yu Morisawa è una vivace ragazzina che aiuta i genitori nel loro chiosco di Crêpes (il furgoncino rosa) e ha un rapporto di amore-odio con l’amico Toshio. Un giorno vede un’arca di cristallo, che scopre provenire dal pianeta Stella Piumata, e conosce il folletto Pinopino. Quest’ultimo le dona un medaglione magico, a forma di portacipria, che le permette di trasformarsi in una bellissima ragazza di sedici anni estraendo una bacchetta magica e pronunciando la formula “pampulu pimpulu parimpampù, pimpulu pampulu parimpampù”. Pinopino le dice che Il medaglione dovrà essere restituito dopo un anno e che non dovrà dire a nessuno del regalo se no perderà i suoi poteri. Ad aiutare Yu nella sua nuova avventura, ci sono Posi e Nega, due creature di Stella Piumata che sulla terra acquisiscono le sembianze di due piccoli gatti colorati. Il giorno seguente all’incontro con il folletto, Creamy incontra Jingle Pentagramma, un produttore discografico che la trascina a cantare in un programma televisivo per sostituire la cantante Duenote Ayase. Yu inizia a vivere una doppia vita e a mentire e tutti, presentandosi sia come la brava bambina che aiuta i genitori al Creamy crêpe, sia come la idol amata da tutti e, in particolare, da Toshio.L'incantevole Creamy Maho no tenshi Creamy Mami  (1)

Tralasciando le censure di Mediaset e il riadattamento di alcuni nomi – ma Jingle e Duenote che nomi sono?! 😄 – le musiche delle canzoni di Creamy sono le originali giapponesi tranne i testi, che sono stati riadattati e affidati alla voce della D’Avena. La famosa canzone Dimmi che mi ami teneramente (in Jap Delicate ni suki shite) che la idol canta nel cartone, in Giappone, oltre ad essere la sigla iniziale dell’anime, è il singolo di debutto di Takako Ohta!

Esiste anche una versione manga del cartone animato, abbastanza banalotto, che non regge il confronto con l’anime. In Giappone il manga è di Kazunori Ito, che si occupa della storia, e Yuko Kitagawa, ai disegni, ed è stato pubblicato sulla rivista Carol di Kodansha e raccolto successivamente in tre volumi. Il fumetto è arrivato anche in Italia negli anni’80 sul Corriere dei Piccoli e ripubblicato da Edizioni Star Comics nella collana Amici.

Mi raccomando, adesso tutti allo specchio a cotonarci i capelli come Creamy! 😄

Vi amo teneramente 😉

LINO

Annunci

3 pensieri su “L’incantevole Creamy

  1. hanayaoi ha detto:

    Ah, io adoravo L’Incantevole Creamy! Anche se, a contrario di te, ho sempre preferito la frizzante Yu alla “idol” Creamy, e, dopotutto, non è forse la stessa conclusione a cui arriva Toshio? 😄
    Ancor oggi ricordo tutte le canzoni a memoria, e mi ritrovo a canticchiarle nelle occasioni più disparate; e poi, Posi e Nega, come non adorarli!?!
    grazie per i ricordi che hai riportato alla mente con questo post ^_^

  2. nyu81 ha detto:

    Anche se mi cotono i capelli, non saranno mai uguali perchè non ho mai capito la dinamica di quelle 3 ciocchette al vento che sfidano la fisica.. xD

  3. Millefoglie ha detto:

    Ahimè, questa me la ricordo X°D
    Confesso di non essere una fan delle majokko quando si trasformano da bimbe ad adolescenti/adulte (anche se credo che il majokko in generale non mi dica granchè).
    Divertente recensione, anche se l’anime non mi faceva impazzire xD
    Jingle Pentagramma vince su tutti gli adattamenti mediaset della storia però!! X°D
    Ti consiglio il video di youtube: “creamy in tre minuti”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...