Pubblicato in: Animals

Se l’abbandoni, è un reato!

Contro l'abbandono degli animali

L’estate è iniziata già da una decina di giorni e ancora non ho dedicato un post contro quelle persone (se così si possono definire) che abbandonano gli animali: il mio animo da dittatore vuole imporre la sua politica del terrore per una giusta causa.

Purtroppo questo fenomeno non è solo relegato al periodo estivo ma è presente tutto l’anno, però è proprio durante l’estate, complice la partenza per le vacanze e la mentalità di alcune persone che vedono il cane come un peso di cui disfarsi, che il fenomeno cresce a dismisura. Nonostante le campagne di sensibilizzazione di tante associazioni come l’ENPA o la LAV, ma anche di tutti quei volontari che operano in strutture comunali e private, i numeri dell’abbandono sono ancora altissimi e si stima una media di quasi 100mila animali abbandonati all’anno, con un incremento particolare nei mesi di giugno, luglio e agosto.

È bello quando a Natale si regala un cucciolo al proprio figlio, piccolo e morbido, che fa tanto tenerezza e che ci ricorda il famoso cagnolino della Scottex, ma se il bambino si stufa, cosa ne facciamo del cane? Lo lasciamo in un campo? Nei pressi di un canile/rifugio o, peggio ancora, in autostrada? Per molti genitori sembra la soluzione migliore. Un cane non è un giocattolo da regalare come se fosse un peluche che si può rimpiazzare con una consolle di videogiochi nuova. Non si può incolpare i bambini, che oggi sono sempre più viziati e maleducati, ma sono i genitori che non sanno insegnare l’amore e il rispetto per gli animali: un cane (o un gatto) è un compagno di vita, che ti offre il suo affetto e non chiede nulla in cambio, una presenza educativa in età scolare con cui gli adulti possono insegnare l’amore per gli animali e l’ambiente. Se i genitori sono degli idioti, purtroppo i figli cresceranno come loro.

Avendo prestato servizio come volontario in un canile, purtroppo l’abbandono dei nostri amici animali è una piaga vergognosa che non è destinata a diminuire ma non è l’unica perché, purtroppo si leggono ancora storie di animali picchiati, legati alla catena e lasciati sotto il sole, cani torturati, picchiati e impiccati solo per un gusto sadico tutto umano di prepotenza su questi esseri indifesi.

La Legge n.189 del 20 luglio 2004, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.178 del 31 luglio 2004, si occupa proprio delle disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali e parla di REATO, quindi se vedete qualcosa di strano, sarebbe meglio denunciare.

Tornerò a parlare di animali.. rimanete sintonizzatti!

LINO

Annunci

Autore:

Blogger a tempo perso, single e attaccato morbosamente al suo cane. Acido, critico e un po’ pessimista. Dice sempre quello che pensa e non sa mordersi la lingua. Appassionato di Fumetti, Manga, Libri, Musica, Cinema, Animali, Star System, Gossip, Fashion Icons. Ha un debole per i peluches e per tutte le cose carine ma inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...