Pubblicato in: Libri

Il coperchio del mare

“Per me non è un problema seguire il corso del destino.

Qualunque sarà il luogo dove mi condurrà, sono sicura che riuscirò a trasformarlo in un bel posto, e continuerò a crearmi dei ricordi. In modo che, quando morirò, avrò qualcosa di bello da portare con me..”

Rieccomi con una nuova recensione ma questa volta di un bel libro che ho appena finito di leggere: Il coperchio del mare di Banana Yoshimoto – Ringrazio Caroline per avermelo regalato (insieme ad altre chicche di cui vi parlerò in futuro).

Umi no futa si presenta come una storia malinconica, una scrittura molto intima che parla al cuore dei lettori e ha dei bei momenti di riflessione tipici dell’autrice giapponese. Devo ammettere che questo tipo di narrativa mi è piaciuto tanto!

Mari, dopo aver finito il corso di scenografia teatrale all’Università di Tokyo, decide di ritornare a vivere a Izu, il suo paese natale, un bellissimo posto in riva al mare, circondato dalle montagne, che si trova sulla costa occidentale del Giappone. Purtroppo il paesettino ha perso lo splendore di un tempo, portandosi dietro conseguenze negative come lo scarso turismo e la fuga dei giovani verso la capitale giapponese. Per la protagonista Izu rappresenta tutto e non vuole veder morire il luogo dei ricordi della sua infanzia, quindi decide di aprire un piccolo chiosco di granite, ricavate dai frutti tipici della zona. Proprio nel periodo di avviamento della nuova attività, la madre di Mari le comunica che ospiteranno Hajime, la figlia di una loro amica che, dopo aver perso l’amata nonna, sta attraversando un periodo difficile: l’ospite si rifiuta di mangiare e porta sul suo corpo le cicatrici di un incendio in cui stava per morire da bambina. Mari non è molto contenta della decisione della madre perché, avendo aperto da pochi giorni il chiosco, è piena di lavoro ma alla fine le due ragazze diventano amiche e passeranno un’estate intensa alla scoperta del vero significato dell’amicizia e dell’esistenza umana. Il coperchio del mare Banana Yoshimoto Universale Economica Feltrinelli

Come in Tsugumi, Banana Yoshimoto mette in scena una bella amicizia di due ragazze completamente diverse perché se Mari è forte, combattiva e non presta attenzione al giudizio della gente, Hajime è fragile e incapace di vivere in una società opportunista e di sopportare il peso dell’ambiente facoltoso da cui proviene, dove i soldi valgono più dei sentimenti e del dolore della perdita di una persona cara. Tutto il libro è una bellissima riflessione sulle piccole cose, quelle che ci passano sotto gli occhi e di cui non teniamo conto perché le diamo per scontate. Le due amiche passeranno l’estate a fare lunghissime chiacchierate passeggiando sulla spiaggia, nuotando, esplorando la zona e gustandosi la vita per quella che è, nella bellezza della sua semplicità e parlando di progetti futuri.

La malinconia che traspare dagli occhi di Mari è struggente e descrive la realtà di abbandono di Izu che fa tanto soffrire la protagonista: le saracinesche abbassate dei negozi, i locali che servivano dolci e fetta d’anguria che restavano aperti fino a tardi ma che ora non c’erano più, l’hotel con la piscina aperta al pubblico in cui suonavano musica hawaiiana e tutti quei posti in cui aveva passato l’infanzia e l’adolescenza.

Il coperchio del mare mi è piaciuto molto e mi ha ricordato un po’ quello che ho provato vedendo il piccolo paese di mare di cui sono originario, che negli ultimi anni si è lasciato morire, un po’ per la crisi economica che ha drasticamente ridotto il turismo e un po’ per il poco amore che le persone hanno verso il proprio paese, lasciandolo morire nel silenzio del menefreghismo.

A pubblicare Umi no futa in italiano è sempre Feltrinelli che ha portato quasi tutto quello che ha scritto questa famosissima autrice giapponese.

Consigliato 🙂

LINO

Annunci

Autore:

Blogger a tempo perso, single e attaccato morbosamente al suo cane. Acido, critico e un po’ pessimista. Dice sempre quello che pensa e non sa mordersi la lingua. Appassionato di Fumetti, Manga, Libri, Musica, Cinema, Animali, Star System, Gossip, Fashion Icons. Ha un debole per i peluches e per tutte le cose carine ma inutili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...