Pubblicato in: Manga

Neanche il tempo per sognare

“Vola, se lo desideri. Se dovessi averne bisogno, ci sarò io a sostenerti”

Nelle mie recensioni ho un po’ trascurato le mie amiche fujoshi (e qualche fudanshi) ma cerco di farmi perdonare parlandovi di un’opera di Yugi Yamada, una vera maestra del genere boy’s love e amatissima dalle vere yaoi lovers, pubblicato a episodi sulla rivista Charade di Futami Shobo Publishing.

Neanche il tempo per sognareYume wo miru hima mo nai è un volume unico che racconta la storia di Kazuya Kawamura e Ito Yoshitake, due ragazzi che frequentano lo stesso Istituto Aeronautico sperduto fra le montagne, a cinque ore di treno da Tokyo. Entrambi sognNeanche il tempo per sognare Yugi Yamada Flashbook Edizioniano di diventare piloti e si ritrovano a condividere la stessa camera nel dormitorio scolastico. L’amicizia fra i due compagni di scuola si consolida durante il primo semestre scolastico ma questo rapporto viene interrotto quando Yoshitake lascia improvvisamente la scuola a seguito della morte del padre, noto cantante popolare giapponese, in un incidente aereo. Il ragazzo non tornerà più a studiare all’accademia aeronautica e Kawamura passerà gli anni delle superiori sperando che l’amico torni a fargli compagnia.

Sono passati otto anni, Kazuya lavora in una compagnia aerea come impiegato al reparto della logistica e, complice l’invito a partecipare a una serata fra colleghi, rincontra casualmente Ito poiché anche lui fa parte del personale dell’azienda! Nell’anima di Kawamura si riaccendono quelle strane sensazioni che si stavano manifestando nel periodo adolescenziale, bruscamente interrotte dall’incidente del padre del compagno di stanza, e inizia a domandarsi se quell’agitazione che prova in presenza di Yoshitake (e la voglia di prendersi cura di lui) non nasconda in realtà qualcosa di più profondo. Ce la faranno i due ragazzi, che dopo tanti anni si sono ritrovati, a vivere serenamente insieme?

Questo BL è molto carino e ci mostra che nonostante sia scritto da una donna, non c’è bisogno di cadere nei soliti stereotipi di tante autrici di yaoi: non c’è nessun ragazzino arrapato, nessun uke che voglia farsi “violentare” dal proprio uomo e altre cagate del genere, ma tanta quotidianità: i ragazzi si conoscono in un periodo delicato della propria vita e sono costretti a separarsi, ma si ritrovano ormai adulti a confrontarsi con nuove dinamiche sociali. La storia che viene narrata quindi è fra due ragazzi adulti che non si mettono a sporcacciare senza motivo in qualunque posto, ma parlano di ambizioni, di lavoro e di futuro, mostrando una vita più reale dei soliti BL.

Il tratto della Yamada è bello, morbido e preciso, e sull’edizione italiana a cura di Flashbook Edizioni non ho nulla di negativo da dire. Mi dispiace solo che l’esperimento di questa casa editrice con i boy’s love non sia andato bene e che per il momento abbiano messo in stand-by questo genere di manga. Diciamo che la casa editrice non ha fatto molta pubblicità (io l’ho scoperto per caso) e la reperibilità di molti loro titoli spesso è difficile (non ne ho mai capito il perché), forse dovrebbero puntare di più sui social network che ormai sono la prima fonte d’informazione.

In conclusione Neanche il tempo per sognare è una lettura piacevole, non eccessivamente romantica e che può attrarre non solo le BL lovers.

LINO

Annunci

Autore:

Blogger a tempo perso, single e attaccato morbosamente al suo cane. Acido, critico e un po’ pessimista. Dice sempre quello che pensa e non sa mordersi la lingua. Appassionato di Fumetti, Manga, Libri, Musica, Cinema, Animali, Star System, Gossip, Fashion Icons. Ha un debole per i peluches e per tutte le cose carine ma inutili.

7 pensieri riguardo “Neanche il tempo per sognare

  1. Non sai da quanto tempo “punto” questo volume unico…! ç__ç E’ che se vado in negozio e prendo solo le nuove uscite delle serie che seguo spendo già abbastanza…per cui finisco sempre per rimandare questi recuperi :/
    Questo titolo mi attira tantissimo proprio perchè non sembra la solita solfa 🙂 e poi mi incuriosisce il campo in cui lavorano i due protagonisti ^^

  2. Yugi Yamada è una delle mie autrici preferite, e non perdo occasione per ricordare come io abbia iniziato a leggere BL proprio con lei e con Keiko Konno; se invece fossi incappata in altre mangaka, meno originali e schiave dei soliti stereotipi, probabilmente non avrei mai coltivato questo genere di manga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...