Senza guinzaglio: La vita segreta dei cani

Una piacevolissima lettura che ho fatto in questi giorni è Senza guinzaglio di Rupert Fawcett, scoperto per caso mentre navigavo su Amazon alla ricerca di qualcosa di nuovo, stufo dei soliti manga che mi proponevano sempre le stesse dinamiche narrative. È stato amore a prima vista: ho visto l’immagine colorata e il sottotitolo La vita segreta dei cani, e ho pensato subito che finalmente avevo trovato qualcosa che poteva interessarmi.

Off the leash è una divertentissima selezione di centocinquanta vignette disegnate da Fawcett, apparse originariamente sul web, ma che sono diventate famose soprattutto per la Pagina Facebook Off the leash daily dog cartoons, in cui l’autore posta ogni giorno una gag diversa.

Il tema principale è il rapporto fra uomo e cane, in cui però sono i nostri amici pelosi a interrogarsi sui problemi fondamentali della vita, dimostrandoci che loro sanno essere più intelligenti dei loro padroni. Se noi li vediamo carini e da coccolare, nel volume diventano critici, sarcastici e impertSenza guinzaglio Off the leash Rupert Fawcett Sonda Edizioniinenti, perché umanizzandosi non fanno altro che essere la copia di noi esseri umani. I cani hanno una propria opinione su quello che l’uomo pensa che sia giusto nei loro confronti, ma il più delle volte sbaglia, e l’animale domestico si ritrova a dover adattarsi alle assurde pretese dell’uomo.

C’è il cane che s’interroga sul senso della vita, la scuola dei cuccioli in cui il maestro Leibowitz insegna ai cuccioli come creare casino e distruggere ogni cosa che si trova in casa, il corso di sopravvivenza delle forze speciali canine e le loro faticose esercitazioni, i cani da caccia che si rifiutano di fare quello che dice il padrone perché se no si sporcano nel fango o perché pensano che non sia igienico prendere animali morti, senza dimenticare la quotidianità fatta di letti e divani occupati, puzzette asfissia-padrone, coccole e grattini sulla pancia.

Non c’è stata quasi nessuna vignetta che non mi abbia fatto ridere! L’autore è dotato di un sarcasmo pungente con cui vuole prendere in giro noi umani perché nel processo di umanizzazione dei nostri amici a quattro zampe, queste povere “bestie” finiscono con il prendere i vizi dei loro padroni, diventando lo specchio grottesco dei nostri comportamenti, proponendoci la loro versione “canina” di cose tipicamente umane come la terapia di coppia, i reality show, i dibattiti pre-elettorali e i locali per single.

Nelle situazioni narrate da Fawcett, chi possiede (o ha posseduto un cane), non può evitare di ammettere quante siano vere e fermarsi a riflettere se veramente anche il proprio pelosino non pensi quelle determinate cose quando ci fissa in maniera curiosa – esilarante quando una coppia chiama il proprio cagnolino dicendogli “mamma e papà ti portano a spasso” e il cane pensa “non siete i miei genitori! Io sono di razza!”.

L’edizione di Sonda Editore è ben fatta ed è stato pubblicato lo scorso novembre contemporaneamente in Italia e in Gran Bretagna. Senza Guinzaglio è consigliato a tutti, dagli amanti degli animali ai lettori abituali di fumetti ma è anche apprezzabile da quelle persone che generalmente non leggono le opere della nona arte e vogliono passare un’oretta di divertimento.

LINO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...